Portale di Medicina e News sulle principali condizioni di malattia


HOME NEWS

NETWORK

BUGIARDINI

COMPRESI GENERICI

MONOGRAFIE

TORNA ALL'ELENCO NEWS PER QUESTA PATOLOGIA

Requires Acrobat Reader.

 

 

 

 La Ranolazina migliora il controllo glicemico nei pazienti con diabete ed angina pectoris

E’ stata valutata l’efficiacia anti-anginosa e la sicurezza della Ranolazina ( Ranexa ) nei pazienti diabetici e non diabetici, che hanno preso parte allo studio CARISA ( Combination Assessment of Ranolazine In Stable Angina ).

Un totale di 823 pazienti con angina cronica, di cui 189 affetti da diabete e 634 senza, che stavano assumendo Atenololo, Diltiazen o Amlodipina, sono stati assegnati in modo random a Ranolazina 750mg o 1000mg due volte al giorno per 12 settimane.

I pazienti che hanno completato lo studio potevano prendere parte ad un’estensione dello studio stesso con valutazioni a 3 mesi.

La Ranolazina ha prodotto miglioramenti nei parametri del test da sforzo, nell’impiego della Nitroglicerina, e nella frequenza dell’angina sia nei pazienti con diabete che in quelli non-diabetici.

Le reazioni avverse sono risultate simili tra i gruppi.

I livelli di glicemia a digiuno e di lipidemia sono rimasti inalterati nei pazienti diabetici dopo 12 settimane di terapia.

In un’analisi post hoc, la Ranolazina 750mg e 1000mg ha ridotto l’emoglobina glicosilata ( HbA1c ) dello 0.48% ( p = 0.008 ) e dello 0.70% ( p = 0.0002 ), rispettivamente, verso placebo.

Lo studio ha dimostrato che l’efficacia e la sicurezza della Ranolazina nel trattamento dell’angina Ŕ simile tra i pazienti con diabete ed in quelli senza.
Inoltre, la Ranolazina ha migliorato in modo significativo il controllo glicemico nei pazienti diabetici. ( 2005 )

Timmis AD et al, Eur Heart J 2006; 27: 42-48



 

 
 
 
Google
 
Web carloanibaldi.com

 

 
Farmaci nell'Emergenza
 



 

Webmaster: Dott. Carlo Anibaldi